SAUDADE

Non te ne rendi conto fino a quando non ti accorgi che oggi è oggi. E non è più ieri. Incredibile come a volte certe emozioni ti facciano stare bene. E allo stesso tempo, il bene che hai provato e vissuto si trasforma in qualcosa di triste, nostalgico…qualcosa che fa bene e allo stesso tempo male. Pensi ai bei momenti passati eppure pensandoci ti rendi sempre più conto che è finita. Almeno questa volta. E non è sempre così. Provate a pensare…con quante persone, con quanti amici una volta che è il momento dei saluti poi vi trovare in macchina a pensare che però è un peccato…una specie di sensazione allo stomaco che vi fa sentire strani…tristezza forse o qualcosa che non si può spiegare bene…mancanza probabilmente..un senso di vuoto. Qualcosa di momentaneo certo…in attesa di vivere ancora ore felici eppure nel frattempo tutto ciò vi fa pensare ancora di più. Perchè fra tutte le pesone a questo mondo proprio tu? A volte vorrei tanto non dover vivere certe emozioni. E' troppo facile dire viviamo il momento. Anche se sono la prima a dirlo. A farlo. A volte però mi domando se non sarebbe meglio fare a meno di fare cose che poi ti fanno sempre sentire in questo modo. Non è questione di quanto tempo. Il tempo non sarà mai abbastanza. Non per me, non per noi. Quale sarebbe il male minore?quale sarebbe la felicità maggiore?esiste davvero una soluzione?Io sono contenta. Ma perchè ogni volta il giorno dopo ci deve essere questa sensazione che mi fa solo pensare che è tutto sbagliato. La tristezza che mi pervade non dovrebbe essere direttamente proporzionale alla felicità che ho vissuto. Dovrebbe esserci solo il bel ricordo di momenti magici nell'attesa che ne arrivino altri. Forse quello che mi distingue da gli altri è che conosco il mio limite. Un limite invalicabile. E più ci penso più mi rendo conto che una soluzione non esiste. Più ci penso più non riesco a capire perchè mai devo provare qualcosa per qualcuno che non posso avere.Perchè il mio istinto di sopravvivenza non mi ha fermato?non può essere solo una questione di esperienze di vita. Ci deve essere un motivo valido per cui io sono qui adesso davanti ad un computer con questo peso sullo stomaco. Ci deve essere un motivo ma soprattutto ci deve essere una soluzione. Il male minore.

"saudade è una specie di ricordo nostalgico, affettivo di un bene speciale che è assente, accompagnato da un desiderio di riviverlo o di possederlo. In molti casi una dimensione quasi mistica, come accettazione del passato e fede nel futuro"

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...