QUALCUNO MI SPIEGA CHE COSA SIGNIFICA AMARE QUALCUNO?

C’ERA UNA VOLTA….

“Ciao Fede,

anche a me piace molto scrivere (forse te lo avevo detto) e, in genere, lo faccio per particolari occasioni o per ricorrenze significative, eventi non stabiliti dal calendario, ma per me simbolici. Quello che è certo, però, è che scrivo solo a persone a me molto care e il fatto di usare, come ai cari vecchi tempi, carta e penna, rende l’atto ancor più carico di significato, quasi “mistico”.

Forse ti chiederai perchè ti scrivo, cosa vorrò celebrare di così simbolico. La risposta è semplice: celebro te, noi, la nostra “amicizia speciale”, i nostri sentimenti ( anche quelli che non vogliano chiamare con il loro nome perchè temiamo possa essere troppo presto), i nostri momenti trascorsi assieme, le nostre risate, quello che ci siamo detti in quas due mesi di frequentazione. E non credo sia poca roba da celebrare, no?

Comincerei dalla cosa più importante, ovvero te.

Mi piaci molto, davvero, e mi piaci soprattutto così come sei con il tuo bagaglio di esperienze (felici e dolorose) con il tuo carattere (buono come il pane, orgoglioso, ironico) con le tue idee e le tue debolezze. Federica è tutto questo assieme e non posso pensare a te se non valutandoti nel tuo complesso. Non si può solo prendere la Fede felice senza il dolore; non si può considerare la Fede buona senza tenere conto di quella orgogliosa, né accogliere la Fede forte e indipendenete abbandonando quella “debole”. Ciò che sei è il frutto di una costante crescita e di un mix unico: togliere il dolore, l’orgoglio e le debolezze (per quanto possa essere un atto nobile), significherebbe cancellare quella parte di te che completa ed esalta la felicità, la bontà e le altre tue migliori qualità che ti rendono così unica e, soprattutto, la persona a cui voglio essere legato. In verità, per ora, non ho potuto cogliere tutto l’insieme, ma quello che sono a qui ho ” assaggiato” mi spinge a continuare la ricerca di te.

Nel celebrare noi, mi viene quasi spontaneo pensare dove e con chi eravamo dodici mesi fa. Non tanto per una curiosità morbosa, ma per apprezzare come i casi della vita portano le persone ad incontrarsi, a piacersi e a decidere di affrontare assieme, condividendoli, i fatti quotidiani. Sembrano piccole cose, ma nel lungo periodo, queste diventano esperienza di vita comune e fano la differenza fra vita vissuta e vita “sopravvissuta”. E’ come il fiume che porta ogni giorno verso il mare granelli di sabbia e detriti finchè ci si accorge, dopo anni, che in verità quanto ammassato ha creato nuovi litorali. Le grandi opere si creano con il quotidiano ed è per questo che ciò che più mi spaventa è il silenzio in una coppia, quando ormai non c’è più nulla da condividere, neanche il litigio. Io ho fame (da questo punto di vista hai ragione) di te; vorrei conoscerti, capirti, condividere il quotidiano e vorrei un giorno voltarmi e scorgere quella magnifica e torreggiante opera che è la nostra storia, la nostra vita. L’ambizione non ci manca, così come non ci manca a voglia di fare, basta solo proseguire.

Io qualche fesseria l’ho già fatta, ma come è giusto che sia non si finisce mai di crescere e di imparare e spero solo di poter fare tesoro dei miei errori confidando nella tua comprensione e nell’aiuto a superare i miei limiti.

Per quanto riguarda i momento vissuti assieme nel corso di questi due mesi, è davvero strano vedere come, ancorchè sia passato poco tempo, la mia memoria sia peina di ricordi felici e significativi: le cene assieme, gli aperitivi, i film, le passeggiate, le partire a calcetto, la pattinata, il pignarul…Tanti momenti che ai miei occhi vanno a comporre, come in una mosaico, un’immagine ineguagliabile: la nostra storia.

Già, perchè è inutile nasconderlo, noi stiamo vivendo una storia e siamo i soli protagonisti a decidere come debba evolversi e cosa debba raccontare. Al di là della più buona volontà,  non credo serva un mago per intuire che come ogni vicenda umana, il racconto comprenderà alti e bassi, gioie ( che ti auguro in numero esagerato) e dolori (che vorrei evitarti con tutto me stesso) , prove della vita più o meno agili da superare; quello che conta, però, è con chi si affrontano tali monenti.  Chi è la persona con cui amplificare a dismisura la gioia degli attimi felici e irripetibili (mannaggia la miseria, tempus fugit davvero), ovvero a cui affidare qualche fardello scomodo o troppo pesante? La risposta non è certo semplice, nè pretendo di averla in assoluto, ma quello che so per certo è che se penso a qualcuno in grado di amplificare la mia gioia o a cui affidare un mio fardello, non riesco a immaginare altra persona che non sia tu.

Che sia presto per dire una cosa del genere?Mi spiace, ma non lo credo e sai perchè? Perchè la vita ci ha preparato a notare certe rare qualità nelle persone ( che brillano nella generalizzata mediocrità della società) e ci ha spinto, una volta riconosciutici, l’uno all’altra con una naturalezza e spontaneità davvero imbarazzanti. Ecco quindi perchè, con altrettanta naturalezza ho detto e scritto quanto sopra.

Sono cresciuto pensando che faber est quisque fortunae suae e tale “credo” possa applicarsi in ogni aspetto della propria vita. Il mio augurio, pertanto, è che tu, e noi, sappiamo essere davvero gli artefici della tua, e nostra sorte cogliendo ogni prezioso momento concessoci.

Ti voglio davvero molto, ma molto bene e desidero volertene sempre di più; ci aspettano grandi momenti e non vedo davvero l’ora di viverli con te.”

INVECE ADESSO C’E’:

“Ti voglio bene, sto bene con te ma non sono immanorato”.

Che cosa signifca amare qualcuno? ho sempre pensato che Amore fosse quella sensazione che ti sembra di toccare il cielo con un dito. Ho sempre pensato  che Amore fosse quella voglia irrefrenabile di stare insieme ad una persona 24 ore su 24. Poi mi sono resa conto che quello probabilmente è l’Amore delle favole che ci leggono da bambine.

Ora so che Amare qualcuno significa sperare e pensare che le cose siano per sempre. Significa condividere il quotidino , giorno per giorno fino a quando non ti volti indietri e scopri quella meravigliosa e torregiante opera. E poi guardi di nuovo avanti e non vedi l’ora di continuare a vivere grandi momenti insieme.

Ora so che Amare qualcuno significa condividere la felicità, condividere i dolori e sperare che la persona che ti sta a fianco non debba soffrire, evitare quei momenti con tutto te stesso e sperare solo nelle gioie per quelle prove che la Vita ogni tanto ama porci sul cammino.

Ho imparato che Amare significa esserci.

Io credo che Amare comunque non sia mai facile. Siamo fatti per stare con qualcuno ma la strada che ci porta a vivere insieme con quel qualcuno non è mai facile. Credo che ci voglia molta determinazione, credo che ci volgia coraggio, credo ci voglia pazienza. Siamo fatti per stare con qualcuno ma stare da soli a volte è più facile. Ho imparato che non è facile leggere l’animo umano. Ho imparato che le persone sono fragili anche se vogliono fare credere il contrario. Ho imparato che le persone sono orgogliose e per questo decidono e fanno tutto da sole senza rendersi conto che non è un male o un peccato chiede aiuto ad un Amico. Ho imparato a lasciare perdere, a contare fino a 10 perchè il tempo è davvero una medicina. Ho imparato che anche se qualcuno non ti dice che ti vuole bene a parole questo non vuol dire che non lo pensi e non lo dimostri con i fatti. Ho imparato comunque a vincere il mio di orgoglio e a fare il primo passo. Anche quando ero arrabbiata.

Io credo che per Amare bisognerebbe imparare cosa significa Amare.

Io credo che per Amare bisognerebbe capire che cosa intendiamo noi per Amare.

Io credo che quella frase non sia vera. Io credo che a quella frase manchi una parola per esserlo:  PIU’.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...