UN PENSIERO FELICE

Oggi con questo sole non c’ho proprio voglia di stare chiusa in  ufficio. Me ne andrei volentieri a fare 4 passi in spiaggia. Adoro il mare. Resterei ore e ore a guardarlo. Per me una vacanza non è vacanza senza acqua.

Mi piacerebbe un sacco starmene su una spiaggia a passeggiare perchè oggi sono particolarmente pensierosa. E quello secondo me è il luogo giusto per stare con se stessi.

Stavo pensando che non è tutto male. Che una  cosa buona c’è stata in tutto questo. Ho conosciuto, sto conoscendo delle persone meravigliose. Davvero. Quando hanno chiuso Splinder, la piattaforma dove scrivevo prima, mi sono dovuta trasferire. E ho optato per wordpress. Mi piaceva. Ha una bella grafica e più passano i giorni più apprezzo alcune sue caratteristiche (tipo il fatto che ti avvisa se qualcuno commenta o anche che quando commenti tu magari un post che hai trovato per caso, puoi decidere di farti avvisare della presenza di nuovi commenti. A tal proposito ho imparato: MAI CHIEDERE DI ESSERE AVVISATI IN BLOG CHE RICEVONO UNA MEDIA DI 50 COMMENTI A POST SE NON VUOI CHE LA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA SI SUICIDI!!!)

All’inizio ho avuto qualche scambio di opinione, ho trovato blog interessanti che ancora leggo però non mi davo molto da fare. Non commentavo più di tanto. Potrei dire che quasi lo trascuravo questo posto. Certo, ero felice. E per me essere felici significava non dover utilizzare queste pagine virtuali perchè ho sempre pensato che fossero utili sono per sfogarsi. Per non far pesare agli amici i miei momenti no. Per non farli preoccupare. Eppure piano piano sto imparando che non serve solo a questo.

Sto imparando a guardare quello che accade con una luce diversa.

Scrivere un blog è bello perchè ti permette in qualche modo di affinare i sensi. Vivi e allo stesso tempo recepisci quello che ti sta accadendo e cerchi di tenerlo a mente per poi riuscire a scrivelo e farlo percepire anche agli altri.

Per creare sensazioni, opinioni, per far affiorare un sorriso sulle labbra di qualcuno che non vedi ma che sai è davanti al pc in questo momento.

Non so perchè ma ieri sera mi è venuto in mente un signore che abitava nel mio paese. Non c’è più ma la mia mente ha deciso di aprire quella scatolina nel mio cervello dove contengo il suo ricordo. Il ricordo di quando sono tornata a casa dalla Cina dopo 4 mesi e sono andata a trovare la sua famiglia per portargli un souvenir. Mi ricordo ancora come se fosse accaduto ieri (e invece sono passati 7 anni) che se ne stava in giardino e mi ha vista arrivare e le lacrime hanno iniziato a scendergli. Erano lacrime di gioia. Era felice di vedermi. Ma praticamente non mi conosceva. Se non per le volte che ci incontravamo la Domenica.

Ecco piacerebbe anche a me avere qualcuno da rivedere ogni sera e provare quella sensazione.

Piacerebbe anche a me essere per qualcuno il motivo di  quella sensazione.

Mi piacerebbe sapere che da qualche parte in questo mondo qualcuno mi pensa. Come succede quando hai trovato la persona che ritieni possa essere giusta. Ti svegli, apri gli occhi e la tua mente ti porta subito a Lui. E’ inevitabile.

Sto pensando che mi sto riprendendo la mia Vita di prima. I miei Amici, le cose che mi piacciono fare, i libri, il cinema. Sto pensando che è vero che il tempo è davvero una medicina. Una medicina di quelle potenti. Così come la voglia di andare avanti e di continuare a vivere e conoscere gente quando ti rendi conto che il passato è passato e che davanti a te c’è una strada ancora lunga da percorrere fatta di milioni di opportunità.

Sto pensado che la felicità sono le piccole cose. E il saperle riconoscere.

La vita è fatta di piccole felicità insignificanti, simili a minuscoli  fiori. Non è fatta solo di grandi cose, come lo studio, l’amore, i  matrimoni, i funerali. Ogni giorno succedono piccole cose, tante da non  riuscire a tenerle a mente né a contarle, e tra di esse si nascondono  granelli di una felicità appena percepibile, che l’anima respira e  grazie alla quale vive.”

Annunci

24 pensieri su “UN PENSIERO FELICE

      1. sai che c’ho pure vissuto per un po’ anni fa?
        e che ogni tanto ci vengo ancora perchè ho rapporti di lavoro con una ditta di là..non spesso.. ma si..
        e comunque ..volendo.. ci sarebbero anche le famose “a mezza a strada”….:)

      2. ah bhè, a me piacciono le “mezze strade” soprattutto se permettono di vedere posti nuovi!

        cambiare aria fa sempre bene! 🙂

        ma nel nostro caso quale sarebbe la mezza strada?

  1. Io son sicura che se ti vedessi mi farei un pianto cosmico.
    Ma di quelli che ridi proprio dalla gioia!!
    E poi ti salterei al collo, ma io son così, e prometto di trattenermi.
    Magari piangiucchio quando non mi vedrai! ahahah ❤
    Ma pensa il caso comunque.
    Tanti anni su Splinder e non ho mai trovato il tuo blog, e qui sì.
    Cheppoi, FORSE non ho mai trovato il tuo blog..
    Magari c'ero passata, che ne sai..!

    1. Ehi Nana non se ma quando ci vedremo staremo 10 minuti buoni ad abbracciarci saltellando!:)

      … Forse è troppo 10 poi la gente si spaventa. Facciamo 5?3? Ok, 2!:) ti porto anche i fazzoletti!

      Ma se ti avessi trovata su splinder non ti avrei mica lasciata! No no splinder ci ha diviso e wordpress ci ha fatto incontrare. Viva wordpress. Anche se devo dire che la cosa dei messaggi privati su splinder non mi dispiaceva affatto. Su wordpress se vuoi parlare con qualcuno devo mandargli una mail che palle…

      1. Era quello che stavo dicendo ad un amico in chat stasera.
        E sai, lui sarebbe un mezzo informatico..Misà che c’adopereremo per fare una piattaforma simil-splinder.
        Mi manca troppo l’aria community che si respirava lì.

      2. Si è vero! Qui si sta bene ma io personalmente faccio ancora fatica a curiosare con semplicità per trovare nuovi blog e persone.

        Su splinder era più immediato. In compenso qui ci sono un sacco di template interessanti se non sei un esperto in materia!

        Bella idea che avete avuto sarebbe bello!

  2. Visto che conosci la Cina calza il detto Cinese su come prendere la vita, anzi non prenderla ovvero “…osservare un fiore dal dorso di un cavallo….” .

    Sei scesa e te li guardi uno a uno.

    Brava ciccia.

  3. Harahel sai una cosa? Questo deve essere un tuo regalo a te stessa, il blog e per te e te lo dovi sentire dentro, scrivi quello che desideri, quando lo vuoi e perché lo vuoi.
    Sai che per me sei una dolcissima pucciosa come sai che, come detto molte volte la vita va’ vissuta a mani piene e costantemente. Come anche Mr. Inc ti ha detto, hai fatto bene a scendere da qul cavallo 🙂

    1. Hai ragione! la vita va proprio vissuta. Non vale la pena stare male per qualcuno o prendersela per qualcosa che non va come vuoi anche se a volte è inevitabile. ;a inizio a capire che dipende tutto da noi. Siamo noi, in base a come decidiamo di affrontare quello che ci capita che facciano il bello ed il brutto tempo nella nostra vita. Direi che calza bene la poesia di Mandela.
      Io sono il padrone del mio destino:
      Io sono il capitano della mia anima

      sì, sono scesa dal cavallo. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...