CORRERE

Ultimamente sono sempre di corsa. Non mi fermo un secondo. Non dormo più nemmeno come prima. Sono sempre stata una persona a cui piace dormire molto. Mi piace  ancora. Mi sveglio la mattina alcune volte già pregustandomi quelle serate in cui ci sono solo io, il divano, la coperta, un buon libro ed un tazza di tisana. Eppure da un po’ di tempo vado a dormire tardi. La mia mente ha deciso di non mollare. I pensieri che abitano il mio cervello non la vogliono smettere di correre in un circolo. Stanno diventando un vortice.

Sono io che ho deciso di correre.  Ieri sera mentre mi stavo truccando prima di uscire ho detto a mia madre che era meglio prima. Che almeno non ero sempre di corsa. Mia madre mi ha risposto che è meglio adesso. Che mi diverto di più. E’ vero che mi diverto. All’inizio non lo pensavo possibile.

Io ho sempre guardato all’altro. Ma non  dovrebbe essere così se vuoi bene a qualcuno? quella voglia di assecondare i suoi desideri, di farlo stare bene. Il suo benessere è il mio benessere. Perchè se le persone a cui vuoi bene sono felici, tu sei felice. Questa era la mia filosofia. Lo è ancora. Quando le cose sono cambiate mi sono ritrovata spiazzata. Mi sentivo un po’ come Alice che vaga nella buca del bianconiglio alla ricerca perenne di qualcuno. Nel mio caso non cercavo qualcuno perchè il mio qualcuno lo avevo trovato. O almeno così pensavo. Io cercavo qualcosa. Cercavo una spiegazione. Cercavo un perchè a tutto questo. Un perchè che non è mai arrivato.

Sono io che ho deciso di correre perchè correre all’inizio mi ha aiutato a non pensare.

Fa strano come quando succedono certe cose diventi più sensibile a certe frasi. A certe parole che senti. Che leggi. Avevo trovato una volta una citazione che diceva che “Non pensare di poter dimenticare chi hai amato veramente, chi è stato respiro del tuo cuore; è un’utopia credere di poterlo fare. Lo potrai odiare, rimpiangere, disprezzare ma farà sempre parte di una fotografia eterna del tuo cuore nel bene e nel male. Si dimenticano solo le persone che non contano”

Adesso sono finiti i weekend in cui mi chiedevo  perchè. Se mi fermo un secondo adesso i miei pensieri tornano sempre alla stessa persona ma sono pensieri leggeri. Non c’è più quella sensazione di fitta allo stomaco. Non ho dimenticato. Forse perchè davvero dimenticare non si può ma ho scoperto che è possibile rinchiudere una persona da qualche parte e lasciarla lì. Un anno fa in questo periodo l’ho conosciuto. Una cena fra amici. Poi una gita a Villach con le stesse persone. Poi una cena a 2. E fu così che iniziò tutto.

Ci sono stati momenti in cui davvero ho rimpianto quello che è successo. Se avessi potuto avrei voluto tornare indietro e fare in modo di non andare a quella maledetta cena. Adesso invece penso che va bene così. Ma non tanto per la persona che ho conosciuto (che forse non ho mai davvero capito) quanto per l’esperienza che ho fatto. Qualcosa che non mi era mai capitato. Qualcosa che sto cercando di vivere ogni giorno. Di superare. Di analizzare. Per crescere. Ho letto un post qualche giorno fa e  mi sono quasi ritrovata. Alcune situazioni, alcuni pensieri. Credo che quando accadono certe cose le sensazioni che le persone provano siano più o meno le stesse. E’ il modo di reagire che cambia. Ho capito sulla mia pelle che per quanti consigli le persone ti possano dare io sono l’unica in grado di trovare la chiave per andare avanti. Però i consigli sono sempre ben accetti. Perchè mi fanno riflettere.

Il blog mi ha aiutato tanto. Persone che non conoscevo che vivevano situazioni simili. Persone che non conoscevo che scrivevano cosa ne pensavano. Persone che non conoscevo ma che sto iniziando a conoscere con cui posso scrivere. A cui posso chiedere consiglio. Con cui posso ragionare. Scrivere. Liberarmi di emozioni, sentimenti. pensieri. Tutto questo ha contribuito tantissimo ed è ancora  una parte fondamentale nella mia folle corsa.

Adesso però non corro più per cercare di seminare quei pensieri tristi. Adesso corro per quella sensazione di libertà che si prova quando il vento accarezza la tua pelle e il sole contemporaneamente illumina e scalda il tuo viso. Corro senza guardarmi (tanto) indietro.

Annunci

10 pensieri su “CORRERE

  1. MagoGabro

    Sai perfettamente che concordo con la mamma!
    Preferisco non vederti sapendoti velocemente felice, questa é la tua vera Natura e se non riescono a starti dietro … lasciali andare per la loro strada, tanto non coinciderebbe comunque con la tua.
    Cambiare un pochino per migliorarsi a vicenda é più che sufficiente.

  2. mia madre è un genio!
    La frase che ricorderò sempre sarà: MEGLIO QUELLO CHE IL LAVORO! 🙂

    Hai ragione! comunque io invece preferisco vedervi. Non rifarò gli sbagli che ho fatto in passato. Voi siete come la mia famiglia quindi ci sarà sempre la cena fra di noi e o viene o può stare a casa. Da solo.

    Vedi che serve tutto nella vita? anche sbagliando si impara! 😉
    Bacionissssimooooooooooooo!!!!

  3. Capisco quando scrivi che hai deciso di correre perché ti aiutava a non pensare, è quello che sto facendo io ed anche il mio blig in fondo fa parte della corsa. =)
    Riguardo al resto, io sono maestra dei rimpianti. Anzi che sei stata “fortunata” che hai solo un anno di storia con episodi pieni di rimpianti e rimorsi, io ne ho ben quattro più uno e mezzo da quando ci siamo lasciati.

    1. sai che pensavo a te quando ho scritto che ho letto un post e mi ci sono ritrovata. Era quello su Fb e i blog. veramente alcune parole, alcune sensazioni e cose che hai fatto le ho fatte e le ho provate pure io. Alcune le provo ancora a dire il vero.
      In effetti ho meno episodi belli da ricordare. Che forse aiuta non lo so, Sicuramente da quando ha deciso pure di non sentirmi più sto meglio. All’inizio se ne era uscito con quella storia del rimaniamo amici ma forse adesso non sarei così tranquilla.

      1. Amici penso che sia impossibile rimanerlo dopo una storia vissuta dopo l’adolescenza; dico dopo l’adolescenza dato che conosco un ragazzo ed una ragazza, che sono tra i miei pochi Amici, che sono stati insieme durante i 13-14 anni, poi si sono lasciati, hanno avuto altre storie, ma incredibilmente sono rimasti sempre legati come amici. Penso che questo sia impossibile se vivi una storia dopo i venti; poi tutto può essere, però l’amicizia in questi casi la vedo assai improbabile.

        Detto questo, è sempre bello trovare qualcuno che capisca come si ci senta e con cui potersi confrontare!:)

      2. guarda, quando me lo ha proposto ho detto proviamo. Ma credo che fosse più perchè non volevo staccarmi da lui e perchè (diciamo la verità) speravo che cambiasse idea!
        Poi quando ho realizzato che l’idea non la cambiava, sono sprofondata. Rabbia e odio sono usciti e lui ha deciso che visto che io ero così acida non c’erano i presupposti per rimanere amici e(parole sue ) “visto che non ero emotivamente in grado di prendere una decisione allora la doveva prendere lui”. E quindi ciao ciao Federica.
        L’ho odiato ma non posso negare che sia stata la miglior cosa che mi sia successa nel male!

        Sì,davvero molto bello! 🙂

  4. In circostanze simili, sentii il bisogno di correre anche proprio *fisicamente*. Quindi capisco, perfettamente. Però è da un pò che non corro più, in tutti i sensi. Sono più fermo, e faccio meglio le cose. Quel vuoto sta scomparendo, ed anche se so quanto sia un bene, a volte questo fatto mi riempie di malinconia.

    1. sì, sì infatti non corro ma vado in palestra a fare fitboxe o yoga. Lo facevo anche l’anno scorso ma quest’anno mi applico di più perchè mi aiuta anche quello. (poi devo dire che non è solo per l’ex ma anche per il lavoro e i clienti che rompono le palle cui non puoi dire niente) 😉
      sai cosa dovresti fare per eliminare la malinconia? iniziare a pensare a come colmare quel vuoto. Non dico che devi trovare subito qualcuno ma inizia a pensare che quel qualcuno c’è da qualch parte.E che arriverà presto! la speranza è davvero un qualcosa i magico! 🙂

  5. liù

    Quando una storia finisce ci si chiede perchè e certe volte questi perchè non arrivano !! Un solo sbaglio non si deve mai fare,annullarsi totalmente e completamente per un “LUI ” qualsiasi.
    Si devono continuare a frequentare gli amici di sempre perchè solo così si acquisterà un po’ di serenità perchè solo loro sapranno cosa dirti e consolarti quando ne senti il bisogno!
    Mi è piaciuto molto questo post ! L’ho trovato molto maturo e quasi sereno!

    Questa citazione: “Non pensare di poter dimenticare chi hai amato veramente, chi è stato respiro del tuo cuore; è un’utopia credere di poterlo fare. Lo potrai odiare, rimpiangere, disprezzare ma farà sempre parte di una fotografia eterna del tuo cuore nel bene e nel male. Si dimenticano solo le persone che non contano”

    E la sacrosanta verità,non si dimentica mai! Ma l’importante è aver vissuto.
    Un caro abbraccio♥

  6. sai Liù che hai tremendamente ragione? io in effetti ho sbagliato. Come dicevo a MagoGabro che è un mio vero Amico nella vita reale non farò più certi errori. Non dico che mi sono annullata però ad esempio ho un po’ messo da parte i miei amici per stare di più con lui. se ami qualcuno cerchi di stare il piùpossibile con quella persona ma l’amore e gli amici non sono incompatibili. Basta trovare il modo! 🙂

    S’, sono molto più serena! Più il tempo passa e più sto meglio davvero!

    Un abbraccio grande anche a te! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...