PAESE CHE VAI, USANZE CHE TROVI

E’ che a volte sono proprio strane. L’ho sempre detto io che i Giapponesi non sono normali. (con tutto il rispetto eh). Non che i cinesi siano meglio ma questa proprio mi mancava.

Ho scoperto che durante la prima settimana di aprile a Kawasaki non ci sono solo i bellissimi ciliegi in fiore di cui si parla tanto e per cui arrivano turisti da ogni parte del mondo.

No signori. Non ci sono solo quelli. Ma fra quella cornice è usanza che venga  portato in processione  un enorme fallo, evidente simbolo di fertilità.

Esiste un tempio scintoista, il Wakamiya Hachimangu a Kawasaki, che ogni anno organizza l’evento Kanamara Matsuri, che tradotto dovrebbe suonare come festival del pene di ferro. Al santuario, che risale al periodo Edo (1603-1868), erano devote le Meshimori Onna,  che il signore del luogo pensava dovessero rifocillare i viandanti, ma che in realtà arrotondavano  prostituendosi. E se all’inizio si pregava per ottenere un buon guadagno, o per prevenire le malattie veneree, più tardi si iniziò a pregare per diventare fertili.

Curiosa è anche la leggenda, legata alla città ed al tempio, della ragazza posseduta dal demone.

La leggenda racconta di un demone, che invaghitosi di una ragazza, ai di lei ripetuti rifiuti di concedersi al demone, reagì entrando nel corpo della ragazza, e più precisamente nella sua vagina. Lo scopo di questa possessione era impedire che ad altri uomini o dei, fosse concesso quello che era stato negato al demone.

E così fu, finché ad un fabbro del villaggio venne l’idea di costruire un pene di acciaio. Il demone, per impedire l’atto, o forse per creare l’ennesimo eunuco della cittadina, addentò il fallo d’acciaio. Come nei più tradizionali happy ending, il demone, ormai sdentato, abbandonò il corpo della ragazza, che liberata poté finalmente sposare il suo salvatore.

E tutti vissero felice e contenti.

Adesso potete godervi lo spettacolo. 🙂

Annunci

37 pensieri su “PAESE CHE VAI, USANZE CHE TROVI

  1. Vero. te lo può confermare Hagane di Tokyo Hell!!!
    La cosa assurda è che in Giappone NON appare mai il pisello . MAI. E’ un tabù.
    Anche nelle riviste porno e film porno che sono uno spasso, ci sono gli attori nudi ma con delle sfumature grige (lui e lei) che li seguono sempre. In pratica è un porno non porno.
    Poi c’è il giorno del pisello e lì si sdanno, fanno anche le torte a forma di pisello.
    Se lo dico alla mi zia zitella ci si tuffa……

    PS. Ma com’è che te sei sempre ad indagare su stè robe????????? Al punto da vincere anche il mio famoso indovinello?

    PPS: sui film porno me lo ha detto una mia fonte ovviamente. Figurati se quando andavo in Giappone mi prendevo un film porno con la Pay TV a 1000 Yen……figurati….. io….

    1. Ma e tu com’è che sai ste cose del pisello in Giappone? Io l’ho scoperto ieri alla radio e mi sono informata TU INVECE???!!!:):)( tzè la fonte…chissà che fonte…)

      Ps: per l’indovinello è bastata molta curiosità e una certa bravura nel
      Googlare!;)

    2. Vero, vero… confermo tutto!
      Al Kanamara Matsuri ci sono stata l’anno scorso ed è stato un vero spasso, ma c’era TROPPA gente. Ho rischiata d’essere schiacciata e non ci tornerei neanche sotto tortura. Una volta basta e avanza. 😆
      Ah, piacere, Hagane! 😀
      Complimenti per il blog!

      1. Vedi Harahel?? Mr. Inc. non dice bugie.
        Se lo dice lei….
        Hagane scusa…… ma che minchia sei andata a fare laggiù???
        Portavi sulle spalle l’aggeggio????
        Oh!!!!!

      2. C’ero andata con il consorte e con una mia collega (che ci aveva invitati). Eravamo solo curiosi! 😀
        Ricordi che ti avevo linkato il mio resoconto del Kanamara Matsuri, con le foto e i video? Ecco, lì ho scritto tutto. 😀

      3. lo so !!! ti prendevo in giro!!!!!
        Non ti ci vedo a portare quell’aggeggio sulle spalle tipo statua in Sicilia.
        Invece Harahel ce la vedo bene……… poi parlando Cinese suscita subito simpatia.

      4. Ahahah, i falli giganti sulle spalle me li risparmio! 😆
        Già per poco non rimanevamo schiacciati: uno dei preti ci stava facendo cadere il tempio del fallo addosso! 😉 😉

      5. Certo: ne ho fatte parecchie, e ho anche fatto dei video. Ci ho scritto un intero post, l’anno scorso, con la storia della festa, tutto il resoconto della giornata e le mie considerazioni “sociologiche”. Pensavo che Mr. ti avesse passato il link… forse ho capito male quello che mi ha detto?
        Non metto il link all’articolo qui, mi sembrerebbe di fare spam. Se ti interessa, puoi cercare “kanamara matsuri” nel mio blog. 🙂

      6. i cinesi con i giappici non vanno per niente d’accordo…secondo me mi caccerebbero tirandomi dietro un sacco di aggeggi (potrebbe essere un modo per recuperarne aggratis! :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...