QUESTIONE DI CARATTERE

No davvero è proprio buffo il mondo. Ed è ancora più buffo come noi lo guardiamo. Che idee ci facciamo. Soprattutto sulle persone. Mia mamma mi ritiene una persona permalosa. Una che se la prende. Lo sono. Ma nel giusto. E poi mi passa praticamente subito. Sono una persona che si, se c’è da incazzarsi si incazza ma di solito il muso dura poco. Perchè è solo un momento istintivo. I miei sensori si allertano. I nervi non ragionano. E’ quell’istante di pazzia che poi però viene messo a bada dal cervello. Dalla ragione.

Che strano, da piccola odiavo far di conto, la razionalità ed invece sono una persona anche troppo razionale certe volte.

Quando mi calmo cerco di capire se per caso non ho esagerato. Magari non ne vale la pena. Torna un po’ a galla il discorso dell’ultimo post. Chi ho davanti. Perchè è successa quella cosa.

In questi giorni sto pensando a questo. A come alle persone piace molto giudicare, soppesare, dare un giudizio, un parere su chi hanno di fronte.

Di vedono, ti stringono la mano e dopo 10 minuti già si sentono in diritto di dirti che per loro sei una persona testarda, permalosa, fumantina.

Ho notato che quelli che si affrettano a sparare commenti sono quelli che devono criticare.

Ho in ufficio una collega che è davvero brava a lamentarsi degli altri e del loro carattere e non si rende conto di come sia il suo di carattere. Che le scrivi “come va, tutto bene”? e lei ti risponde “si, tuto ok. Solo mal di schiena” ed il giorno dopo arriva in ufficio con un tacco 12 (che se hai mal di schiena è proprio la scelta ideale) e con un muso a terra e manco ti parla. Di quelle persone che se loro hanno una giornata storta allora non gli puoi nemmeno fare ciao mentre se ce l’hai tut tutto deve essere rose e fiori.

Non capisco davvero. Non capisco quelli che vogliono le responsabilità e poi quando le hanno si lementano. Quelli che dicono che sono stressati e pieni di lavoro ma poi se non gli dai le cose da fare come sempre si lamentano. Quelli che non sono mai contenti. Quelli che stanno facendo solo il loro dovere ma vogliono comunque sentirsi dire grazie per quello che stanno facendo. Che cosa? è il tuo lavoro. Sei pagato per quello. Che poi faccia piacere sentirsi dire che quello che facciamo lo facciamo bene è un altro discorso.

Io credo che ognuno ha il carattere che ha ma bisogna essere sempre consapevoli che non siamo solo noi e madre terra a questo mondo. Che la vita è fatta di interazione e che non si può far pesare agli altri se siamo stressati. Soprattutto se gli altri non sono nostri amici e/o parenti. Che va bene parlare, va bene discutere perchè non si può tenere tutto dentro ma c’è modo e modo.

Ho bisogno di ferie. Di allontanarmi da tutto questo.

Ho bisogno di respirare aria buona. Che già piove.

Ho bisogno di un sorriso.

Fortuna che domani è venerdì!

Ed è già meno 8! 🙂

 

Annunci

13 pensieri su “QUESTIONE DI CARATTERE

  1. Guarda, anche se non fossi venuta a Roma (e sappi che avrei piangiuto un sacco per questa cosa) t’avrei comunque consigliato di prenderti un po’ di ferie, Chicca mia.
    Sopportare persone del genere è difficile.
    Pensa che io ho mia madre che è così! E’ una lotta continua, cheppoi se una non è fatta allo stesso loro modo, se un pizzichino di razionalità ce la mette ogni tanto in quel che fa e dice, ti fanno uscire fuori dai gangheri!
    Alcuni ti spingono per davvero all’esasperazione!
    Ma comunque, MENO 8!
    E pensa che il treno dovrebbe arrivare proprio a quest’ora, l’ora in cui sto commentando!! 😀

    1. vedo che mi capisci perfettamente. Poi io già ho a che fare con i clienti rompiscatole ci manca solo la collega che mette il muso che sembra le sia morto il marito. cioè non si puòòòòò!!!!

      ma come dici bene tu per fortuna è quasi vacanza! 🙂 e non vedo l’ora che il treno si fermi in stazione! 😉

  2. leparoledinessuno

    …Proprio per quello che dici in trent’anni di lavoro ho sempre cercato di essere il più asettico possibile perchè credo che, le persone a cui tieni le scegli e non le subisci come capita al lavoro…. Però, c’è sempre un però, purtroppo non sono riuscito ad essere asettico fino in fondo. Se sei tenero e ti piacciono i rapporti umani, magari trovi anche persone con delle affinità, e rimani comunque fregato perchè il principio è sempre lo stesso: Non le scegli ma le subisci !

    … Goditi le ferie e chiudi la porta a questa roba !

    1. Sisi! Ho proprio tutta l’intenzione di godermele e le passerò anche in ottima compagnia!:)

      Se non ce l’hai fatta tu in 30 anni mi sa che sarà duro allora… E ne ho ancora da lavorare!

  3. 8 giorni e ferie!
    che invidia… dai che manca poco!
    e non pensare al lavoro… purtroppo ci saranno sempre persone così e te lo dice che è super permaloso ma negli anni di lavoro ha imparato a farsi scivolare addosso le cose che vengono dette per cattiveria, invidia o solo per stupidità…
    si dicono un sacco di cose per stupidità 🙂

    quindi buone ferie! e saluta Roma da parte mia

    1. te la saluterò sicuramente Roma e gli autoctoni blogger che vivono da quelle parti! 🙂

      sì, detta così sembra che ci stia tanto. Purtroppo sono solo 4 giorni ma saranno come 10 giorni di ferie me lo sento! 🙂

      hai ragione io sto imparando è che sono una persona abbastanza empatica certe volte quindi soprattutto se vedo qualcuno che sta male o è infastidito non riesco a far finta di niente. Ma mi allenerò! ne va della mia salute!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...