IO NON DEVO DIMENTICARE

La prossima volta che qualcuno mi dice che non devo fare qualcosa deve farlo all’incontrario.

Perchè nessuno come me riesce a fare qualcosa che non deve fare.

Non devi andare. E io vado.

Non devi sorridere. E io sorrido.

Non devi pensarci. E io ci penso.

Non devi innamorarti. E io… no. Io non mi innamoro. Però non capisco perchè se il cervello dice che uno è stronzo allora il resto deve per forza cercare di capire il perchè.

Non devi lasciar perdere. Ecco la frase che mi ci vorrebbe. E allora forse potrebbe essere la volta buona.

Parlando seriamente, non scrivo da un po’ perchè sono un po’ presa con il lavoro ma soprattutto perchè non ho voglia. Perchè quello che avrei da raccontare sarebbe una storia trita e ritrita e i te l’avevo detto ci starebbero a pennello. E credetemi che io sono lucidissima. O almeno una buona parte di me lo è eppure, come sempre, non riesco a staccare la spina. Anche se so benissimo che non ci sarebbe niente di buono. Perchè è più forte di me. Perchè fino a che non ci sbatto la testa io non sono felice. Io soprattutto non riesco a voltare pagina. Non capisco davvero perchè non posso mollare prima che qualcuno mi faccia del male. Che tanto il male già c’è. Perchè non mi pare di essere una brutta persona e non mi pare di chiedere la luna. Volevo solo divertirmi. Volevo almeno provarci. Quello che vorrei è uno svago. Un qualcosa di diverso. Qualcuno di diverso forse. Ma ancora di più vorrei quella sensazione di leggerezza che si prova quando stai bene e basta. E io non è che sto male sono solo incazzata. Incazzata perchè non riesco a capire. E quando io non riesco a capire allora mi incazzo. E so benissimo che il consiglio migliore che potrei darmi è che non c’è niente da capire. Che la questione è chiara. Cristallina. Che non c’è interesse. E potrei perfino aggiungere che lo sapevo. Che ero stata avvisata. Eppure vorrei capire la dinamica che ha portato qualcuno senza alcun richiesta a rompere le palle quasi ogni giorno dal non farlo più. E quasi nemmeno rispondere se gli scrivi qualcosa. Disinteresse. Possibile? Pare di si.

Per favore non ditemi le solite cose. Ditemi solo che sono cretina. E che è ora di voltare quella cazzo di pagina. Qualcuno ha idea di come si faccia? perchè io faccio una fatica boia a staccarmi da quelle 4 righe.

Sono un disastro. Cazzo.

Annunci

23 pensieri su “IO NON DEVO DIMENTICARE

  1. forse lo sei o forse sei solo umana. Comunque per voltare pagina l’unica (almeno per me) è arrivare al punto di rottura, a quel punto quando quel qualcosa si rompe (pazienza?sentimento?illusione?speranza…boh) volti pagina e tiri avanti 😉

    1. Si infatti. Ma per fare ciò dovrei insistere con qualcuno che so non vuole. Cioè dovrei scrivere e io non voglio scrivere. È una situazione difficile e io sono stufa eppure non riesco a lasciar perdere….

  2. Non sei un disastro. Sei solo umana. Facciamo tutti una gran fatica quando siamo in quelle situazioni. Cerca solo di non farti troppo male, e non chiederti ora perché lui è cambiato. Quella domanda è un amo che aggancia.
    Non ho molti consigli, solo un incoraggiamento e un abbraccio!
    Chiara

    1. Grazie! Solo che purtroppo per risalire mi tocca cadere. Fa sempre un po’ male speriamo come dici tu non troppo. È solo l’inizio in fondo e la cosa che mi infastidisce è proprio non capire perché… Ma Vabbe a volte non c’è un perché.

  3. leparoledinessuno

    Che dirti !
    Siamo compagni della stessa tempesta !
    Bisogna continuare a navigarci dentro.
    Si, forse siamo un po’ cretini ma credo che quando si ha a che fare con ‘ste cose, bisogna arrivare in fondo e ..
    Capire !
    …Altrimenti non c’è scampo.
    Evidentemente queste persone hanno qualcosa che ci fa uscire di testa.
    Sono tutte robe non razionali … Puramente sentimentali e se non si riesce a darci una forma, si va avanti così.

  4. Che ti posso dire??
    Io navigo in una situazione tutt’altro che chiara nonostante l’interesse ci sia anche da parte sua. Quindi l’interesse, c’è o non c’è, poco conta. E’ una questione di come uno è abituato, si è ritrovato costretto dagli eventi, ha deciso di vivere le cose. E noi ci possiamo fare poco.
    E’ difficile e complicato; e dipende anche da quanto tu ci tieni e da quanto pensi che ne possa valere la pena.. ed è difficile e complicato anche solo capire questo, me ne rendo conto.
    Un abbraccio anche da parte mia!!!

    1. è una situazione strana. Perchè io so che non ne vale la pena. Forse mi sono fissata più per una questione di “orgoglio” cioè non riesco a capire come mai uno che mi dice, mi ha detto belle cose adesso imporvvisamente sembra non essere più convinto e sembra perfino non volermi più.

      Insomma mi pare di vivere in un film già visto. e non riesco a farmene una ragione.

  5. Tranquilla, che non sei sola… Avrei potuto scrivere io questo post. Fino a poco tempo fa.
    Però tu scrivi, che fa bene e nessuno può giudicare quanto sia trita e ritrita una storia.
    Quando voglio liberarmi di qualcosa lo porto alle estreme conseguenze. L’importante è aver seriamente deciso di liberarsene.
    Faccio come certi maschietti vigliacchetti: faccio in modo di farmi a mandare affanculo. Come per avere una conferma definitiva. Solo che spesso è proprio definitiva. Altre volte un po’ meno.

    1. io quando voglio liberami di qualcosa devo portarmi alle estreme conseguenze. cioè devo raggiungere lo sfinimento. non riesco a capire perchè però deve essere così difficile.
      Se già una parte di me dice che non ne bale la pena perchè allora bisogna continuare a farsi del male?

  6. Io non ti dirò “te l’avevo detto” o che “certe cose le comprendiamo solo passandoci”, no, perché quello è da scemi, o per dare giudizi ridicoli. Ti dico, invece, che certe cose vanno come devono, e che va bene scrivere dei propri dubbi e della propria rabbia, ché, in fondo, siamo qui anche per questo, e non c’è nulla di male. Lui, credo se ne fotta, perché quasi sempre, cara, è solo quello che vedi, non ci sono importanti o sofisticati retropensieri. Nulla di più di come si palesa. Ma fai bene, come suggerisce Tilla, ad andare fino in fondo, per esserne certa, poi sarà più semplice. Ti abbraccio.

  7. In effetti hai tutto ben chiaro in testa, lo vivi sulla tua pelle, sai bene com’è e come andrà a finire. Ammesso che finisca. Perché forse solo questo devi capire, quando finirà. Non c’è altro, è esattamente come lo descrivi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...