BUONA FORTUNA

È da un po’ di giorni che sto pensando a qualcosa di sensato da scrivere come augurio a due amici che si sposano.

Non devo fare alcun discorso, devo solo partecipare economicamente e fare in modo che possano andare in viaggio di nozze. Hanno fatto una lista nozze in agenzia di viaggi, paghi e, se vuoi, puoi scrivere qualcosa. E allora mi sono detta, da brava blogger, che non posso non scrivere niente. Insomma non sono una scrittrice ma di post ne ho scritti. Ok, la maggior parte si potrebbero anche cestinare ma qualcuno forse lo possiamo salvare.

La prima cosa che mi viene in mente, se ci penso, è Buona Fortuna.

Buona Fortuna. Cioè, capite? Proprio io che sono ancora una delle poche che crede che da qualche parte esista un principe azzurro ormai scolorito considerato il tempo da quanto lo aspetto. Poi ho pensato che Buona Fortuna è quello che direbbe il mio cervello. E il Cuore? Il Cuore cosa direbbe? Poi mi è venuto in mente un post di qualche tempo fa che parlava del Cuore.

Un giorno, un bambino chiese: “Ma il cuore sta sempre nello stesso posto, oppure, ogni tanto, si sposta? Va a destra e a sinistra?”. “No, il cuore resta sempre nello stesso posto. A sinistra.” Poi, un giorno, crescerai. Ed allora capirai che il cuore vive in mille posti diversi, senza abitare, davvero, nessun luogo. Ti sale in gola, quando sei emozionato. O precipita nello stomaco, quando hai paura o sei ferito. Ci sono volte in cui accelera i suoi battiti e sembra volerti uscire dal petto. Altre volte, invece, fa cambio col cervello. Crescendo, imparerai a prendere il tuo cuore per posarlo in altre mani. E, il più delle volte, ti tornerà indietro un po’ ammaccato. Ma tu non preoccupartene. Sarà bello uguale. O, forse, sarà più bello ancora. Questo, però, lo capirai solo dopo molto, molto tempo. Ci saranno giorni in cui crederai di non averlo più, un cuore. Di averlo perso. E ti affannerai a cercarlo in un ricordo, in un profumo, nello sguardo di un passante, nelle vecchie tasche di un cappotto malandato. Poi, ci sarà un altro giorno. Un giorno un po’ diverso. Un po’ speciale. Un po’ importante. Quel giorno, capirai che non tutti hanno un cuore.

Cervello: Buona Fortuna mi pare sempre la frase più adeguata.

Cuore: Perché tu ragioni e basta, non pensi mai che hai a che fare con delle persone.

Cervello: Sì, quelle persone che poi ti riducono atri e ventricoli a colabrodo. Poi sanguini, ti lamenti e chiedi a me perché.

Cuore: Sì, e tu però non mi rispondi mai.

Cervello: Tu non fai le domande giuste.

Cuore: Tu sei sempre così pesante.

Ehi, voi due, vediamo di darci una calmata. Piuttosto, si parlava di frasi da matrimoni.

Cervello: Buona Fortuna

Cosa si può augurare a chi decide di passare la sua Vita insieme a qualcuno? Io non lo so. Però so che i miei nonni hanno deciso di fare lo stesso passo. E sono insieme da 63 anni. UNA VITA! E li guardo e vedo che l’uno non riesce a stare senza l’altro. Può essere abitudine, certo. Potrebbe essere che si fossero sposati in tempi diversi magari ad un certo punto le loro strade si sarebbero divise. Eppure li guardo e capisco che le loro anime ormai si sono intrecciate. Non riescono a stare l’uno senza altro e sono certa che non resisteranno molto divisi quando gli intrecci verranno spezzati. E il cuore e la ragione mi dicono che non è abitudine. È Amore. Amore, che non è passione.

Cuore: Si può augurare qualcosa che non si può davvero capire. Qualcosa che non si può davvero descrivere. Lo puoi percepire. Puoi guardare gli occhi di due persone che si amano e vedere una scintilla. Puoi riuscire a scorgere il sorriso complice di qualcuno che ha condiviso esperienze e pensieri. Puoi augurare loro che sia intenso. Che sia duraturo. Che sia sfrenato. Che li faccia ballare dalla felicità, piangere dalla gioia. Puoi dirgli che magari ci saranno momenti di sconforto ma saranno superati l’uno accanto all’altro.

Cervello: Puoi augurargli Amore. Che è una frase che sembra così banale eppure in sé ha significati molteplici e profondi. Che non si possono davvero spiegare.

Cuore: Sei sicuro di stare bene?

Cervello: E tu?

Annunci

26 pensieri su “BUONA FORTUNA

  1. E pensa se ad un certo punto intervenisse anche la pancia, che fra tutti è senza dubbio la più diretta e sincera, senza altre sovrastrutture. Quella che appunto fa palpitare o respinge anche quando cuore e/o ragione vorrebbero farci fare altro! Comunque buona fortuna mi sembra azzeccatissimo!

  2. Ok, io sono un mostro, lo ammetto, ma ogni volta che qualcuno si sposava mi son sempre fregata le mani gioiosamente pensando: “Evvai! Altro lavoro per me!” (mi occupavo di diritto di famiglia).

  3. A chi si promette una vita bisognerebbe augurare la memoria dell’impegno, il sostegno del sentimento, la capacità del perdono, la forza delle spalle, la volontà del cammino anche quando i piedi dell’uno o dell’altro saranno stanchi.
    Auguri agli sposi 🙂
    Un abbraccio a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...