NON INNAMORARTI

DSC_0609-1

Non innamorarti di una donna che legge, di una donna che sente troppo, di una donna che scrive…
Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.
Non innamorarti di una donna che pensa, che sa di sapere e che, inoltre, è capace di volare, di una donna che ha fede in se stessa.
Non innamorarti di una donna che ride o piange mentre fa l’amore, che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più, di una donna che ama la poesia o di una donna capace di restare mezz’ora davanti a un quadro o che non sa vivere senza la musica.
Non innamorarti di una donna intensa, ludica, lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.
Perché quando ti innamori di una donna del genere, che rimanga con te oppure no, che ti ami o no, da una donna così, non si torna indietro.
Mai.

– Martha Rivera Garrido –

Annunci

101 pensieri su “NON INNAMORARTI

  1. No, ok, anche perché sentirla ridere mentre si fa l’amore potrebbe, e dico potrebbe, scatenare anche un po’ di ira funesta eh! Così, per gradire! ahahahahahahahha.
    Se piange, beh, si punta alla commozione da prestazione superlativa…

    1. Interessante perchè sia tu che Michele avete focalizzato l’attenzione sul ridere mentre si fa l’amore e l’avete presa male!

      Ma potrebbe anche piangere per la disperazione della prestazione! ahahahaha

      1. No no, mica l’ho presa male. Stavo cincischiando, ad essere sincero. Che poi, non è detto che sia ridere per prestazione indecorosa o misure minime, potrebbe anche ridere perché ha ripensato alla battuta che le ha raccontato l’amica, cioè, ci rimani male ahahahahahah!
        (Guarda che sto facendo un pochino il minchione oggi).

        Ehi, come disperazione? L’ego maschile deve essere convinto del contrario. Ci devono essere gli applausi dei vicini.

        Comunque mi spaventa di più una donna che è capace di volare… che è Wonder Woman? 😀 😛

      2. Sì, ma se ride perchè pensa alla battuta dell’amica ancora peggio vuol dire che non sei coinvolgente! Solo un pochino? e poi solo oggi? sicuro? ahahahahah!

        No, Lady HAwke! 😉

        Per gli applausi se vuoi posso spedirti una bella registrazione

        ahahaha

      3. In realtà mi fregio del titolo di cazzaro a 360 gradi (infatti, come premio, ho ricevuto il SuperTeleMinchione). E poi, coinvolgente… scusami, ma oltre dire battute, spettacolo pirotecnico, corsa coi cavalli, domare il leone e piece teatrale, devo fare anche altro? 😀 😛

        Ah, ok… me pareva… 😀

        Grazie, ma solo se sono originali. Non voglio quelle cose tristissime da serie TV ahahah

      1. Ma no, cattiva non ti avevo percepito! ehehehe. Scontrosa si, ma solo perché sei donna… nient’altro eh! 😀 ahahahahahah

        Comunque anche io ho un sonno da urlo oggi.

    1. Stavo giusto dicendo a Zeusstamina che il ridere non deve per forza essere un qualcosa di negativo per cattive prestazioni o doti minine. Ridere solo perchè si è felici. Piangere non piace neanche a me ma esiste chi piange di gioia. 🙂

      1. vero (ma mai capitato, al limite di commozione, ma non in quei momenti)
        ma secondo me ridere facendo l’amore denota una complicità passione e piacere di stare insieme magnifico e irrinunciabile

    1. Sì beh a qualcuno sicuramente può stare sulle palle una donna che non si schioda davanti ad un quadro! Però mi piaceva. Alcune cose le trovo molto vere ma alla fine anche se ciò che è bello è bello comunque è più bello ciò che ci piace!

  2. Diciamo anche che per fortuna trovare tutti questi fardelli in una donna sola non accade mai.
    Donne (e uomini) sono un assemblaggio di tante cose di cui o due soltanto sono insormontabili (in positivo o in negativo)

    sheraunanessunacentomila

  3. ps sul riso e sul pianto. Si ride, come dite voi – e per quel mi riguarda – quando ci si sente davvero a proprio agio perchè anche fare l’amore diventa un gioco così come il pianto può essere liberatorio di un accumulo di tensione emotiva forte.

    shery

  4. Molto bello, anche se un po’ visionario…le donne le preferisco in carne e ossa, questa che si descrive qui mi sembra più un personaggio. E poi come diceva qualcuno, “gli uomini ricordano le donne che li hanno fatti piangere, le donne gli uomini che le hanno fatte ridere”. E non so se questa massima è la causa o l’effetto del mio cazzeggiare!

      1. Intanto perché è dalle delusione che vengono fuori le cose migliori e quello è un gran bel pensiero.
        Poi perché è tragico. Credo si sia innamorata di un tronista.

      2. Si però questa cosa delle delusioni che creano le cose migliori è proprio una grande ingiustizia! perchè Leopardi ha dovuto vivere un periodo di pessimismo cosmico ad esempio per scrivere ciò che ha scritto?

        Sì, Costantino probabilmente.

      3. Non lo so. Ma anche io credo di aver scritto le cose migliori nei momenti peggiori. Ora infatti che sto bene scrivo una marea di cazzate.

      4. Le mie cazzate si notano meglio nei commenti sul tuo blog (quando mi fa vedere le notifiche)
        Ho visto che hai pure una nuova ammiratrice anonima non tanto…

      5. Le tue cazzate sono migliori delle mie. Le adoro!

        L’ammiratrice è sempre la stessa, la scimmia cattiva. Non ha capito che finisce automaticamente quasi sempre nello spam e nessuno la legge. Ho provato a darle le banane ma non ce la fa lo stesso.

      6. Sei di gran lunga la miglior cazzara!
        Il sole ci sarà sicuramente. Ma ancora per me è presto per pensarci, non hai idea di quante cose devo fare nel frattempo!

      7. Dipende che cose fai però. Tipo se ti metti a spacciare allora sì che è dura.

        Se capitasse a me lo capiresti perchè sarebbe la fine del mondo!

      8. La mia massima esperienza è stata aiutare la mia coinquilina (ai tempi dell’università a venezia) a fare una torta (che faceva pure schifo).

      9. Che domande difficili! Bisogna vedere cosa intendi tu per casa e CASA… Comunque credo di no. Casa, in tutti i sensi, è dove vivo e dove ogni tanto mi rifugio.

      1. ultrasonicexperimentmk324

        il cervello non accetta le negazioni, io le prendo (da gran furbo) come sfida di solito. dalla quale alle volte anche scappo. poi andiamo, trovami una (ma anche uno) che “sappia vivere senza musica” oggigiorno…
        manco in nepal secondo me lo trovi 😉

      2. Un sordo (povero). 🙂

        Però, c’è musica e musica. Non che io sia una grande intenditrice ma ci sono cose che non possono essere definite musica.

        In Nepal ascoltano più musica di noi.

      3. ultrasonicexperimentmk324

        e glielo auguro, dopo simili giornate.
        basta a sto punto cambio destinazione vado in messico, li’ dormono quasi tutto il giorno (spero)..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...