LE ROVINE SONO UN DONO

“Tutti vogliamo che le cose restino uguali, accettiamo di vivere nell’infelicità perché abbiamo paura dei cambiamenti, delle cose che vanno in frantumi, ma io ho guardato questo posto, il caos che ha sopportato, il modo in cui è stato adoperato, bruciato, saccheggiato, tornando poi ad essere sé stesso, e mi sono sentita rassicurata. Forse la mia vita non è stata così caotica, è il mondo che lo è, e la sola vera trappola è restare attaccati a ogni cosa. Le rovine sono un dono. La distruzione è la via per la trasformazione.”

Mai come in questi ultimi mesi sono caduta e mi sono rialzata.

Tante volte, tante lacrime, tanti sorrisi e tanti pensieri.

A volte viene da pensare perchè certe cose debbano succedere a noi. Il punto è che le cose non succedono a noi.

Le cose succedono e basta.

Quante persone avete conosciuto che hanno sofferto per amore? per malattia? per un  lavoro perso?

Non esiste la vita perfetta. Non esiste la felicità assoluta.

Esistono momento che sono migliori di altri e persone che sanno sfruttarli al meglio. Che sanno come essere felici.

Esistono i momenti che sono oggettivamente momenti sfortunati. Ma se succede qualcosa di veramente brutto e non hai una soluzione, cosa puoi fare? Puoi lottare, puoi provare, puoi sforzarti di cercare di essere felice. Di affrontare le cose e almeno sapere che ci hai provato.

Credo che la consapevolezza di averci provato, quando le cose alla fine vanno male, sia comunque qualcosa. E qualcosa è meglio di niente.

Perchè le uniche persone a cui dobbiamo rendere conto, alla fine di tutto, siamo noi.

E ho fatto quel famoso passo.

Uno.

La distruzione è davvero la via per la trsformazione.

Annunci

17 pensieri su “LE ROVINE SONO UN DONO

  1. Sì, lo pensiamo sempre “perchè proprio a me?” o peggio “perchè sempre a me?”. Ma hai ragione, è che lamentarsi è facile e trovare qualcuno che sta bene o in quel momento è più felice di noi è semplice. Dovremmo invece osservare tutta la vita di tutte le persone, capiremmo che siamo tutti assolutamente in media. Bisogna poi anche considerare la sensibilità delle persone, alcune sono oggettivamente più forti (o fortificate) e risentono meno di certi colpi del destino.
    La perfezione non esiste del resto, nè nelle persone, nè nella vita, hai ragione, e la felicità è relativa, ciascuno di noi ha il proprio metro.
    Nei momenti brutti possiamo prendere consapevolezza che stiamo arrancando un po’ e che come sempre tutto passa e noi ne usciremo. Alcuni possono contare sul fatto di non essere soli, ed è già molto.
    Credo che sforzarsi di essere felice non sia un gran chè, nel senso che la felicità esiste pienamente quando è sincera e spontanea, possiamo però cercare di non vedere tutto nero, ecco, questo sì.
    Si vede vero che sono pensieri su cui annaspo da una vita??? 😀 Scusa il papiro!!
    Un abbraccio!

  2. Il perfetto non esiste. Esiste il meno imperfetto, esattamente come il per sempre è bello pensarlo ma difficile da realizzare.
    La vita è un continuo alternarsi di alti e di bassi. Si deve accettare tutto, osservandolo con occhio distaccato e positivo. Anche nei momenti più bui c’è sempre qualcosa di positivo.

  3. Perchè le uniche persone a cui dobbiamo rendere conto, alla fine di tutto, siamo noi. -> infatti. infatti.
    Le rovine esistono per ricordarci i tempi che sono stati, il problema è che se ti avvicini troppo ti può cadere qualche altro pezzo in testa.
    Ti mando un abbraccio fortissimo!

    1. ma va non ti cade nessun pezzo! anzi, passate quelle vai avanti ed è solo festa!

      abbraccio carissima Amica! alla fine delle vacanze organizziamo quella cosa del raduno! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...