ANIME AFFINI

Una delle parole più ricercate di chi capita qui è “anime affini”.

Ne avevo parlato non mi ricordo quando.

Mi fa ridere pensare che sia il termine più ricercato considerato che di anime affini non ci ho ancora capito un cazzo.

Di cretini sì.

Ho imparato anche a stargli lontano.

 

Annunci

DI VIAGGI PASSATI E DI QUELLI CHE SPERO VERRANNO

Avevo promesso che vi avrei raccontato dell’Islanda ma il mio racconto si è fermato un po’ troppo presto.

Avevo tante cose da dire ma pensieri troppo impegnati.

I viaggi hanno sempre avuto su di me un grande potere. Quello del cambiamento anche se minimo ed impercettibile ma il viaggio che ho fatto in Islanda è stato davvero unico e adesso, a distanza di mesi, riesco a capirne la potenza e la grandezza. Non solo per il luogo ma anche per le persone che mi hanno accompagnato.

Ma sì diamo pure all’islanda quello che è dell’Islanda. Un’isola che sembra incantarti con nulla se non strade infinitamente lunghe, cascate ed arcobaleni improvvisi, pecore ogni dove, lande desolate ma così terribilmente belle.

Non so se quest’anno avrò la stessa fortuna. Di viaggi da spuntare nel libro del viaggiatore ce ne sono ancora tanti ma se vogliamo trovare una pecca all’islanda di sicuro è il fatto che non è economica.

Ma ne vale la pena.

Sono tornata a casa con tantissime foto ed enorme soddisfazione per chi, come me, non può vivere senza la fotografia.

E allora quello che spero per questo 2018 in qualche modo è continuare a viaggiare. E poter presto visitare il Giappone!

E’ ARRIVATO IL 2018

Il mio oroscopo per il 2018 dice che sarà un anno fantastico per il capricorno. Che finalmente le cose andranno come vogliamo che vadano, che la pazienza, la tenacia e tutti gli sforzi verranno premiati.

Che finalmente diremo addio a ciò che non ci piace o a chi non ci piace. Per davvero, definitivamente.

Io ho scacciato le paure. Paure di perdere qualcosa. Perchè non c’era nulla da perdere. O forse si ma non era abbastanza.

Sono sempre stata convinta che chi si accontenta non gode ed è così davvero.

A volte ci poniamo dei limiti perchè ci fa paura l’ignoto e magari è ragionevole avere dei dubbi ma ho imparato che se non corri dei rischi non oltrepasserai mai quel limite che fa la differenza fra vivere e sopravvivere.

Non so se Paolo Fox mi abbia già influenzato ma io lo senti davvero che questo potrebbe essere l’inizio di splendidi anni.

Buon anno a tutti!

IMPARE DAI PROPRI ERRORI

Da Ottobre siamo passati a Dicembre.

Natale.

Io adoro in Natale ma in questi ultimi anni non è proprio un Natale di quello senza pensieri.

Il bello è che mi ci metto da sola nei casini e sembra proprio che io non voglia mai imparare dal passato e dai miei errori.

Chissà che il 2018 non porti finalmente qualche cambiamento di quelli importanti. E per cambiamento importante intendo finalmente imparare a volermi bene. Anzi più bene. perchè non mi voglio male ma sicuramente posso fare meglio.

Vorrei imparare a dire Vaffanculo e fregarmene davvero. Ci sono quasi mi manca un pezzetto ma sento che ce la posso fare. E’ stato un anno di cambiamento profondo il 2017 e per il 2018 voglio farmi un regalo enorme.

Credo di potercela fare. E’ una lotta interiore che a volte fa male ma tutto sommato non mi manca nulla. Soprattutto il supporto delle persone che mi vogliono bene (e che mi sopportano. Me, i miei sbalzi di umore, il mio esserci e non esserci).

Magari a Natale ve lo scrivo un altro post. O anche prima.

 

 

 

OTTOBRE

Ottobre è un mese che non considero mai.

Settembre di solito porta sfiga.

Novembre mi ricorda i morti e il freddo, ok magari non è il mese migliore ma in qualche modo spicca.

Ottobre invece boh,  è un mese di passaggio.

Ho ricominciato finalmente l’acrobatica aerea con aggiunta di vari altri corsi. Ho mollato la vecchia palestra ma non il mio “vecchio amico”. Non proprio. In realtà ci vediamo di meno e io ci penso di meno. Sembra incredibile ma è vero.

Mr. “nontiscrivo” adesso scrive eccome. Maschi, a volte così elementari. Scrive anche troppo diciamoci la verità.

Il punto è che sono in un limbo e sto passando un periodo di benessere fisico e mentale che, se non ci fossi dentro, penserei di aver preso qualche droga.

Perchè ho ricominciato a fare sport (3 volte a settimana) il lavoro mi occupa gran parte della giornata, ho i weekend impegnati da qui fino a fine mese (al momento) e nel mentre cerco sempre di fare spazio e dedicarmi agli Amici, quelli veri che mi vogliono bene e mi leggono.

Fare spazio a qualcuno significherebbe cambiare questo equilibrio e io davvero al momento su questa fune ci sto benissimo.

Penso che “se è quello giusto” il cambiamento avverrà naturalmente.  Non so se sia davvero così. Io credo di essere un po’ egoista nel senso che non voglio rinunciare alle cose che mi fanno stare bene, alla vita che mi sono creata. Forse ho anche paura ma onestamente era davvero da più di un anno che non stavo così bene e dunque adesso ho tutta l’intenzione di godermi ogni momento a costo di passare per stronza.

 

 

MEMORIES

Cioè, non vi dico nemmeno quanto indietro sono andata a leggere qualche post. Perchè non c’è nulla di cui essere fiera.

A quanto pare è da un bel po’ di tempo che sono ferma immobile. Pensate che si possa cambiare senza rendersene conto? Magari arriva un momento in cui ti illumini di immenso e prendi coscienza in un colpo solo di ciò che è cambiato.

O va proprio così male da perdere anni e anni dietro qualcosa senza muovere un passo e poi (forse) finalmente arriva qualche ventata di aria fresca?

Forse il cambiamento in alcuni casi non è così immediato.

Panta Rei diceva quello. Ma davvero tutto scorre e cambia?

Comunque ecco un’altra frase che mi dovrei tatuare:

“non fare sempre che aspetti di capire cosa vogliono da te quelli che arrivano nella tua Vita”.

Amico mio come hai ragione tu, mai nessun’altro!

La frase è sempre quella. Io la leggo con occhi diversi.