ANIME AFFINI

Una delle parole più ricercate di chi capita qui è “anime affini”.

Ne avevo parlato non mi ricordo quando.

Mi fa ridere pensare che sia il termine più ricercato considerato che di anime affini non ci ho ancora capito un cazzo.

Di cretini sì.

Ho imparato anche a stargli lontano.

 

E’ ARRIVATO IL 2018

Il mio oroscopo per il 2018 dice che sarà un anno fantastico per il capricorno. Che finalmente le cose andranno come vogliamo che vadano, che la pazienza, la tenacia e tutti gli sforzi verranno premiati.

Che finalmente diremo addio a ciò che non ci piace o a chi non ci piace. Per davvero, definitivamente.

Io ho scacciato le paure. Paure di perdere qualcosa. Perchè non c’era nulla da perdere. O forse si ma non era abbastanza.

Sono sempre stata convinta che chi si accontenta non gode ed è così davvero.

A volte ci poniamo dei limiti perchè ci fa paura l’ignoto e magari è ragionevole avere dei dubbi ma ho imparato che se non corri dei rischi non oltrepasserai mai quel limite che fa la differenza fra vivere e sopravvivere.

Non so se Paolo Fox mi abbia già influenzato ma io lo senti davvero che questo potrebbe essere l’inizio di splendidi anni.

Buon anno a tutti!

CIAO

Sono viva.

Avrei tante cose da dire ma non saprei come dirle.

O scriverle.

Troppi pensieri che si rincorrono nella mente e che non riescono a trovare una logica.

O una conclusione.

O un fine.

O qualcosa.

Però vi leggo ancora.

Comunque, sì, sono viva. Sono io.

UNA BOLLA DI SAPONE

Ci sono dei periodi in cui non so che fare di me. Un giorno mi sveglio soddisfatta della mia vita mentre il giorno dopo tutto quello che ho pensato, tutte le cose che mi rendono orgogliosa di quello che sono, il mio passato svaniscono. Anzi, no, non svaniscono.  Si nascondono le maledette.

Mi chiedo se capita anche agli altri.

Perchè messa così sembra di essere pazza.Lunatica. Cosa che ho sempre, in parte, sostenuto di essere.

Forse capita a tutti. Magari ieri c’era il sole ed avevo dormito bene e quindo al risveglio il mondo sembrava un arcobaleno di sentimento positivi.

Quello che in questo momento (ed in questo momento intendo in questi ultimi 5 minuti) mi lascia insoddisfatta è il fatto di essere sola. Certo, l’ho già scritto mille volte che io da sola ci sto bene ma in un certo senso è come se comunque mancasse qualcosa. Perchè, è inutile che ci prendiamo in giro, da soli si sta bene, c’è indipendenza, ma chi non ha quei momenti in cui vorresti solo farti abbracciare? Quei momenti in cui chiudi gli occhi e senti solo il suo profumo. Ed il calore.E diciamoci la verità, abbracciarsi da soli non è proprio una gran cosa.

E’ come vivere in una bolla di sapone.

Di quelle che salgono su, fino a cielo. E da lassù il panorama è meraviglioso.

La mia vità è un po’ una bolla di sapone.

Ci sono momenti in cui sto bene, in cui mi sento coccolata (adoro la parola coccolare, da piccola mi piaceva un sacco coccolino) e momenti in cui TAC, è un attimo e qualcuno ha bucato la mia bolla.

E mi sento precipitare.

E poi nel frattempo mentre scrivo  ho ripensato a qualche progetto che mi è salato in mente così all’improvviso questa mattina. Tipo un viaggio di quelli che ci metti mesi a prepararti sia per quanto riguarda i soldini sia per quanto riaguarda l’itinerario. Ma sono anche quelli che danno grandi soddisfazioni.

Tipo al fatto che ormai manca poco ed è quasi il 24 Maggio.

Tipo al fatto che stasera ho un impegno divertente con personi divertenti.

Tipo al fatto che domani arriva papà. E si mangia bene! E poi è festa.

Tipo al fatto che fuori c’è il sole. Ed è previsto un bel week end.

La felicità sono le piccole cose certo. Ma la felicità non vuol dire necessariamnete accontentarsi. Anzi. La felicità è cercare di arrivare a destinazione. Di ottenere quello che vogliamo e se non ce la facciamo allora felicità è sapere che ci abbiamo provato.

E’ la sensazione di vittoria nella sconfitta.

Ecco, per dire adesso mi sento già meglio

Forse non sono normale. Ma poi, che vuol dire normale?

imagesCAF3827W