SESSO E FELICITA’

“Dicono che la felicità sia uno stato transitorio, e mentre aspetto di essere felice, sono felice!”S.L.

Il sesso? E’ l’attività che rende più felici. A rivelarlo un app per iPhone che ha registrato, in tempo reale e per un anno intero, lo stato di benessere di 45.000 cittadini inglesi. Si chiama Mappiness, una vera e propria mappa della felicità, ideata da George MacKerron in collaborazione con la London School of Economics.

L’applicazione, scaricata su migliaia di cellulari, ha chiesto 5 volte al giorno agli utenti dove si trovassero, cosa stessero facendo e se fossero felici. Sono state registrate oltre 3milioni di risposte nell”Hedonimeter’, un misuratore dell’umore che minuto per minuto ha testato lo stato di benessere della Nazione. Ecco i risultati: l’attività fisica che rende più felici è decisamente il sesso. Dopodichè, portano felicità, seppur minore, lo sport, il teatro e i concerti. Alla quarta posizione c’è il canto. In fondo, il detto dice: “Canta che ti passa”. Esercitare l’ugola arriva  prima della gioia che può dare andar per mostre o rifugiarsi dentro le biblioteche con un buon libro. Un’altra curiosità: le ore 13:50 del 25 dicembre, il giorno di Natale, sono il momento più felice per la maggior parte delle persone. (elle network)

Non so voi ma io concordo! 🙂

Annunci

SEXECOLOGY

Aaaaaahhhh! Non ci posso credere. E’ una congiura. Gli astri hanno deciso di mettersi d’accordo. Ultimamente non si fa che parlare d’altro. Prima questo MENAGE A TROIS poi questo PROMOTER poi l’altro giorno mentre ero a pranzo con alcune colleghe di lavoro una, di punto in bianco, se ne viene fuori con una frase: “Sì, io ce l’ho verde”. E non so perchè quando ha detto verde ho fatto una strana associazione con i pantaloni mimetici. Sì, quelli che usano i militari solo che il secondo dopo ho pensato a che cazzo stavo pensando visto che se è verde non si mimetizza proprio per niente. Alla signora in parte al nostro tavolo invece è cascata la forchetta. E’ in quel momento mi è venuta in mente una delle tante scene che ho visto in Sex and The City. Mi sembrava un po’ uno di quegli episodi  in cui Samantha dice qualcosa che la maggior parte della gente non vuole sentire e si scandalizza. Mi sarebbe sempre piaciuto avere delle amiche come quelle di Sex and The City. Amiche con le quali ti racconti di tutto. Ma proprio di tutto di tutto. Dall’inizio alla fine di un appuntamento. Non ho quel genere di amiche ma ho due amici gay. Che direi compensano alla grande!

E poi ieri sera mentre me ne stavo tranquilla e beata sul divano a guardare la Tv sono capitata du Rai3. E c’era lei. La mitica Luciana che stava parlando.”Sì, perchè ne esistono di tutti i tipi. Di Vetro, di legno. Ad energia solare e a manovella.”

Voi potreste chiedervi di cosa stiamo parlando. E ve lo dico subuto. Di vibratori. Sì, non sto scherzando. Ho fatto una ricerca su  internet (perchè si sa, io sono cuoriosa) e ho scoperto un mondo. Abbiamo il modello Earth Angel, l’eco-vibratore a manovella.   Progettato dalla Enterprises Caden  (società Irlandese)  con l’obiettivo di contribuire a ridurre la quantità di batterie esauste  utilizzate per i sexy toys in tutto il mondo, è stato oggetto del desiderio  di tutti quei tifosi del green che hanno partecipato alla Ars Electronica Linz , la fiera dell’elettronica in Austria in cui  ha ottenuto il Premio  ETO 2009 per l’innovazione.

Composto  solo da materiali riciclabili al 100%, il nuovo eco-vibratore può essere ricaricato tramite  cavo USB 5V (richiede solo 4 minuti di carica per 30 min di potenza  ,8 minuti di carica per 1 ora di potenza), ha una durata di più di  dieci anni, rigorosamente solo di colore bianco, ma la vera novità,  con brevetto PCT/IB2008/001396,  sta al suo interno: le batterie sono ricaricabili gratis attraverso il movimento in senso orario di una maniglia che si può estrarre e riporre ogni qualvolta che dobbiam farne ottimo  uso.

Pensate che girare una manovella sia troppo faticoso? Nessun problema.C’è sempre il Vibratore ad Energia Solare consigliabile però solo per chi vive in paesi particolarmente soleggiati. Che poi mi chiedo dove lo metti a ricaricare? sul balcone? No, perchè se lo devesse il mio vicino credo che gli verrebbe un colpo.

Non vi va bene anco quello? Ma c’è sempre  Leaf della Swan. Naturale in tutto, dalla forma al colore, sino al materiale e al caricatore a bassa emissione di CO2.

Realizzato in morbido silicone di colore verde, testimonial del prodotto l’attrice Alicia Silvestrone che ha recensito il prodotto sul sito Opensky, senza nascondere l’entusiasmo: “C’è una società che produce un vibratore migliore di tutti gli altri. Questi vibratori sono disponibili in forme diverse, tutte ispirate dalla natura. Mi piacciono perché hanno un aspetto naturale e femminile, come foglie e fiori. Non fanno paura”. NON FANNO PAURA? Ma pensava di fare la testimonial alla ceretta per depilarsi?

E poi alla fine metre leggevo qui e là ho trovato pure questo

Adesso voglio sapere (e voglio la verità) quanti di voi sanno che cosa sia quell’oggetto lì sopra. Poi la soluzione la trovate  QUI.

Ecco, alla prossima Giornata Mondiale dell’Ecologia voglio partecipare pure io: NO AGLI SPRECHI, SI AI VIBRATORI ECOLOGICI.

AMORE A DISTANZA

Non so se vi è capitato in questi giorni di ascoltare la radio e/o leggere i giornali, i blog, le riviste, qualsiasi cosa che necessiti di attivare la curiosità della gente. Bhè, a me è capitato. In questi giorni si parla un sacco di Zeus ed Hera. No, non sto parlando di mitologia ma di sesso. Eh già. Perchè ovviamente i cinesi sono sempre avanti. E quindi hanno pensato bene di inventare qualche altra super cazzata tecnologica tanto per abbindolare quelle persone che già di per se sono abbindolate visto che pensano di poter portare avanti una storia a distanza.

Tzè, io non riesco a far funzionare una storia a 20 km di distanza figurati se dovessi scegliere uno che abita dall’altro lato della terra.

A dire il vero una volta mi ero spinta fino a 400 circa. E appunto non aveva funzionato.

Ma non stavo parlando di me. Stavo parlando di questi aggeggini qui sotto

Anche se mi pare che non ci voglia un vero e proprio genio per capirlo ( ma forse il fatto che ci siano delle mani potrebbe essere fuorviante ma meglio così’ che potrebbero esserci dei bambini nei paraggi) questi piccolo aggeggini dovrebbero essere così suddivisi: a lei quello di sinistra guardando la foto, a lui quello di destra. E se non fosse abbastanza chiaro, onde evitare problemi ci sono pure i colori. Sì, sì, guardate bene, a lei rosa a lui blu.

La particolarità è che Zeus ed Hera si connettono ad un’app su smarphone e sono in grado di trasmettere i movimenti e la pressione che “subiscono” al dispositivo gemello all’altro capo della videochiamata (ovviamente previo inserimento).

Quindi gente, lasciate perdere skype, facebook e i vecchi modi di fare all’amore perchè il nuovo millennio sono questi due Dei meccanici.

Mi domando solo come faranno le coppie gay. MAH.

ESTATE…VOGLIA…DI LETTURA…

Arriva l’estate. Nel mio caso aumentano le voglie:

Cheppensate???!!!

..di lettura…

..di mare..

…di gelato…

…di sole…

…di musica..

…di aria aperta…

…di frutta…

…però, pensando alla lettura in questi giorni in ufficio non si parla altro che di un libro. Si chiama 50 sfumature di grigio. Le mie colleghe sono letteralmente impazzite per quetso libro. L’altro giorni una addirittura non ha praticamente mangiato a pranzo per leggere 50 pagine di sto benedetto libro. Di che parla?  da quello che ho capito dalla rete e dalla radio dovrebbe essere un romanzo erotico che tratta della storia di una miliardario e di una giovicella (giovane ma sempre maggiorenne) che per amore??? di lui diventa una super esperta di Bondage /Sadomasochismo. (poi se qualcuno lo ha letto o lo sta leggendo e sto dicendo delle cazzate mi perdoni e mi corregga…non mi offendo).

Mi sembra quasi di vedere quelle vecchiette che non hanno null’altro se non l’immaginazione che impazziscono per i romanzi harmony. Voglio dire, libri che parlano di sesso, di pratiche che non sono il solito missionario esistono da sempre e sempre esisteranno ma non capisco tutto quest’isterismo.

Non credo che finirà fra le mie letture estive comunque questa è la trama del libro:

“Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di 21 anni, incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest’uomo bellissimo e misterioso e di volerlo a tutti i costi. Incapace a sua volta di resisterle, anche lui deve ammettere di desiderarla, ma alle sue condizioni. Presto Anastasia scoprirà che Grey ha gusti erotici e pratiche sessuali decisamente singolari ed è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dal bisogno di controllo. Nello scoprire l’animo enigmatico di Grey, Anastasia conoscerà per la prima volta i suoi più oscuri desideri.”