ATTENZIONE, ATTENZIONE

Questo blog è aperto da tantissimo! ma proprio tanto! Sono molto legata a queste pagine ed a tutte le storie che hanno visto però in questi ultimi mesi sento che sono stufa della solita routine, delle solite storie e dei soliti post. E poi c’è da dire che non ho molto da scrivere per quanto riguarda i soliti temi che solitamente vertono più o meno sempre sullo stesso argomento: lo stronzo di turno.

Beh, al momento stronzi non ce ne sono ed io sono molto felice e tranquilla e mi sto davvero godendo il periodo e soprattutto due cose che davvero amo tantissimo: viaggi e fotografia.

Per questo ho deciso di cambiare e no, non abbandonerò per sempre questo blog (non sia mai che arrivi qualche altro stronzo di turno) ma ho voluto cambiare pagina o meglio cambiare blog, questo:

https://fotografareviaggiandonelmondo.wordpress.com/

Ho aperto questo che vorrei gestire partendo dal punto di vista della fotografia e quindi l’idea è quella di postare delle foto (tutte made by me!) e magari scrivere qualcosa su quello che mi hanno tarsmesso, sul perchè l’ho scattata o semplicemente lasciarla lì, in attesa dei vostri commenti che sono sempre super graditi!

L’aria da quelle parti è molto più leggere e io ho voglia di provarae anche questa nuova avventura. Sto ancora giocando con i template e le impostazioni perciò abbiate pazienza e soprattutto ditemi se qualcosa non quadra!!!

Vi aspetto dall’altra parte! 🙂

Federica

Annunci

PANTA REI

Ed è incredibile come in un momento, tanti piccoli cambiamenti, rendano tutto più luminoso e bello.

 

EPPURE SUCCEDE

Se torno indietro di un anno, in questo periodo, stavo facendo il countodown.

Avevo superato il numero 100 ma in realtà era come se fossi ancora incastrata fra un 50 ed un 80, un 5 ed un 99. I giorni passavano ed io andavo avanti sapendo che prima o poi sarebbe finita ma non avendo idea di quando effettivamente le cose sarebbero state diverse.

Ora lo sono.

Non esiste un momento, un periodo di tempo predefinito. Esiste solo la certezza che tutto passa. Prima o poi.

E sì, ci sono delle cose che puoi fare per aiutarti ma spesso bisogna sbatterci la testa infinite volte e poi cadere e poi rialzarsi e cadere di nuovo ma arriverà sempre la svolta.

E quando sei lì non capisci, non vuoi capire e allo stesso tempo non vedi l’ora che arrivi quel momento. Quella sensazione che conosci, che hai già provato e che vorresti provare di nuovo, la leggerezza delle cose, dei momenti che, come disse qualcuno, non signifca fregarsene ma semplicemente vivere con semplicità senza tale seghe mentali.

Il problema è che non è facile.

Non è immediato.

Eppure succede.