SOLI

Non chiedetemi perché ma ho molte speranze per questo 2021. In realtà non credo che cambierà molto rispetto al 2020 nel senso che temo che dovremo portare ancora a lungo mascherine, igienizzanti e attenzione ma ho la sensazione che quest’anno porterà qualcosa di buono.

Il 2020 è stato un anno che non posso dire malvagio per quanto mi riguarda e mi ritengo immensamente fortunata per questo. Mi dispiace infinitamente per le persone che hanno perso qualcuno di caro senza nemmeno poterlo salutare una ultima volta. Quando è morto il nonno io non c’ero ma ho avuto la fortuna di rientrare il giorno dopo e poterlo vedere un’ultima volta e ne sono felice. Non riesco ad immaginare l’angoscia di non poter nemmeno parlare con le persone cui vuoi bene, non sapere come stanno, non poter essere di conforto. Questo è l’aspetto peggiore di questa malattia e che se ne vadano novantenni o ventenni non ha importanza perché entrambi non potranno avere il giusto saluto, un ti voglio bene prima dell’ultimo respiro, non potranno sentire il calore della mano della sorella, della mamma o dell’Amico di una vita. Non si dovrebbe morire da soli, non si dovrebbe essere soli. Sì è vero che stare bene con se stessi è una grande conquista perché ti permette di scegliere le persone che vuoi avere intorno ma stare bene con se stessi, da soli, non significa essere soli anzi probabilmente è l’esatto opposto. Ho conosciuto persone che millantano amicizie, reali o virtuali poco importa ma quanti possono davvero dire di avere degli Amici che ci sono davvero? anche se puoi farcela da solo in alcuni casi la consapevolezza che c’è qualcuno che ti guarda le spalle ti da la forza di arrivare dove non avresti neanche immaginato.

E sono le persone che ci sono anche se non ci sono. Che finita la pandemia potrai riabbracciare e sarà come se niente fosse mai accaduto ed allo stesso tempo sarà un abbraccio ancora più forte di prima. Quanto mi mancano gli abbracci!

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

2021

Resisto e sono ancora qui.

Credo che sia la prima volta, o almeno una delle poche occasioni in cui scrivo ma non per malesseri interiori, cretini da dimenticare, problemi da affrontare (per quanto il 2020 sia stato un anno di suo problematico). Scrivo solo per il gusto di scrivere, per il piacere di condividere qualche pensiero con voi che siete rimasti qui.

Non ho mai fatto grandi elenchi di cose da fare ad inizio anno. In genere avevo già deciso cosa fare e dove andare. L’anno scorso a questa ora, avevo già in mano un biglietto aereo per Cracovia ed uno per il Marocco, mi aspettavano due weekend all’insegna della fotografia e invece i miei piani sono stati stravolti.

Con la fotografia ho comunque concluso il 2020 alla grande, con un fantastico workshop sulle dolomiti, nuovi amici e per il 2021 un corso di Lightroom che inizia fra qualche giorno (in aula virtuale, niente contatti) e una prenotazione per un viaggio fotografico che dovrebbe tenersi ad Aprile in una meta che non vi svelerò ma che siccome non è in Italia temo dovrò rimandare. Ma sperare non costa niente.

Spero che la fine di questo anno ci porti la luce in fondo a questo tunnel.

Spero che si possa ricominciare a viaggiare, vedere gli amici, andare a cena fuori.

Spero in un po’ di normalità.

Sembra passato un secolo ed allo stesso tempo sembra ieri che ci raggiungevano notizie dalla Cina che sembrava così lontana.

Auguri a tutti di Buon 2021! e ci rileggiamo presto! 🙂

DICEMBRE 2020

Io adoro il Natale! Chissà quante volte l’ho già scritto su queste pagine.

Si iniziano già a vedere le prime lucine colorate e gli addobbi e io sono davvero davvero felice. Questo weekend come da tradizione anche noi faremo l’albero sperando che Oliva non si butti sulle palline!!!

Certo sono anche consapevole di essere molto molto fortuna. Non ho perso il lavoro, i miei stanno bene, io sto bene. La salute e gli affetti e non doversi preoccupare di non avere il pane da mettere in tavola. Sembra poco in realtà è tutto.

Sarà sicuramente un Natale particolare per molti ma speriamo che gli sforzi valgano la pena e che il prossimo anno sia tutto un ricordo.

L’unica cosa in cui quest’anno sono davvero davvero messa male sono i regali ma qualcosa verrà fuori. Spero.

LE NOTTI DI SETTEMBRE

Se c’è una cosa che non ho mai smesso di fare in questo periodo di assenza, è stato fotografare. Ho partecipato ad un bellissimo workshop a settembre ed ho in previsione di farne altri ( pandemia permettendo).

Fotografare è qualcosa che fa parte di me da sempre e non mi stufa mai anzi ho sempre voglia di migliorare e imparare cose nuove.

Ho conosciuto persone splendide con cui condivido questa passione che mi permette anche di sfruttare la mia voglia di esplorare questo mondo.

A volte penso che una vita sia davvero troppo breve.

FOTOGRAFIA DEL TEMPO ATTUALE

Leggo articoli e riaffiorano ricordi. E sorrisi.

Credo che un po’ tutti ci siamo resi conto, in questi mesi segnati da restrizioni e regole cui non eravamo abituati, quanto eravamo fortunati a fare quello che facevamo.

Un caffè al bar con i colleghi prima di ricominciare a lavorare, una birretta post allenamento con gli amici, un aperitivo in centro, la spesa, comprare il giornale, viaggiare ovunque nel mondo ma anche a pochi km da casa, andare a correre, abbracciare qualcuno così forte da stare bene, un bacio sulla guancia che è un arrivederci, una stretta di mano, mangiare insieme e chiacchierare, ridere e toccarsi, ridere e vedere quel sorriso, guardare un film al cinema o un balletto a teatro, conoscere persone nuove, saltare a ritmo di musica ad un concerto, andare ad un matrimonio, festeggiare un compleanno, mangiare un gelato su una panchina, toccarsi il naso e respirare a pieni polmoni.

Ho scritto parole simile anche 6 mesi fa. E sono ancora valide così come lo è la speranza che questo sia presto un ricordo. Brutto ma importante. Perché se non fosse importante vorrebbe dire che non avremmo imparato niente.

E purtroppo vedo ancora persone che vivono nell’ignoranza.